giovedì 21 ottobre 2010

IL RIPOSO



Al mattino mi accogli
morbidamente tra le braccia.
Quando ti lascio,
freddamente mi saluti.
Sola percorro la via
che mi allontana da te.
Al ritorno
l’unica mia certezza
è il tuo caldo saluto,
quando siedo
sulle tue ginocchia forti.
Il mio pensiero corre
al sabato,
quando sfinita
mi addormento su di te.
E allora penso
che il giorno in cui
i miei occhi si posarono
sul tuo corpo
fu Amore.
Oggi ti offro
questa ode
caro compagno
del mio riposo.
L’unico sarai per me,
Divano mio!

2 commenti:

  1. SEI VERAMENTE UN MITO..... TUTTO CIO' CHE SCRIVI E' PURA POESIA

    RispondiElimina
  2. Lo sai... io adoro il mio divano! :)

    RispondiElimina